smart working outfit

L’outfit al tempo dello smart working

La pandemia di Coronavirus ha ridotto le opportunità di incontri di persona, sia privati che lavorativi, e sono molti i dipendenti e i professionisti “costretti” allo smart working.

Per alcuni lavorare da casa non è stata una novità, per molti invece rappresenta invece un grande cambiamento in termini di quotidianità e di abitudini, lasciandoci un po’ spiazzati sui nuovi comportamenti da adottare.

Se da un lato è possibile lavorare “in pigiama e ciabatte”, per concentrarsi ed essere produttivi è importante mantenere vive gran parte delle nostre abitudini e compiere azioni di routine.

Continuare a prendersi cura di sé e del proprio aspetto, è fondamentale per evitare che questa situazione possa generare effetti negativi sulla nostra professionalità.

Quindi se proprio non vogliamo indossare abiti, giacche o camicie possiamo optare su più comode maglie, pantaloni (magari tipo leggins), felpe, ecc.

Un filo di trucco per le donne e un buon profumo delicato completano lo “smart look”, pronti per la video conferenza che può sempre arrivare all’improvviso.

Potrebbero interessarti anche...